Come gestire il progetto di floral design

Si dice che il bouquet lo sceglie la sposa. Ma non è sempre vero.

Lavorare bene con ex tempore, bozzetti, ispirazioni e progettazione vuol dire anche non farle vedere nemmeno un fiore prima che arrivi in location per i preparativi!  Questa è una scelta, naturalmente, ma in effetti a me ha sempre facilitato il lavoro poter avere il controllo di molti aspetti, soprattutto se legati al progetto di floral design.

Quali sono i punti fondamentali per riuscire a gestire questo aspetto e “tenere fermo il timone” per navigare verso il bouquet dei sogni della tua sposa?

1. scegliere un floral designer che si fidi della tua professionalità: non una primadonna che deve parlare col il tuo cliente (non me ne vogliano i floral che leggono), ma un collega preparato e supportivo capace di affiancare te nel tuo progetto.

2. scegliere un floral designer capace di interpretare il tuo progetto per quella cliente specifica: non si “vende“ il ”tuo fornitore di fiducia”. Si cerca in una rosa di partner che sono allineati con le tue scelte stilistiche il candidato più adatto a quella sposa.

3. non avere un budget limitato a priori per i fiori: fare prima un preventivo “di massima”, consigliare “la candelina e i petali”, lavorare con fiorai “a pacchetto panche tavoli e altare”, chiedere “il colore del matrimonio” per trovare il fiore adatto, non ti aiuta a realizzare progetti di floral design da sogno.

Se segui queste tre indicazioni, il tuo portfolio si riempirà di talmente tanta bellezza che le tue spose si fideranno di te e del tuo lavoro.

Bouquet sposa
Foto Meghan K Sadler – Floral NinaEiFiori

Sono Sara Lou, wedding designer e planner di Princess Wedding. Da 10 anni organizzo matrimoni per persone che amano lo stile e il design.

Copyright © 2018 WEDDING DESIGN ITALIA | My Music Band by Catch Themes