Come fare innamorare di te il tuo cliente

Capita spesso (soprattutto se sei un wedding planner o un designer ancora poco esperto) che il tuo cliente, magari in corsa al progetto, cambi idea sui fornitori da incaricare, oppure che tu non riesca a “convincerlo” della validità di colleghi con cui hai feeling. Ti tocca così probabilmente lavorare con fornitori scelti dagli sposi, non sempre dei professionisti.

Conseguenza?  

Non riesci ad avere il controllo sulla scelta dei fornitori per lo sviluppo del progetto e delle tue idee, con annessa ansia, mal di stomaco e sfiducia nelle tue capacità di project leader.

Che fare a questo punto?

Ci sono diversi modi per attuare delle strategie che io chiamo di “difesa del timone di comando”, che aumenteranno la tua reputazione e la fiducia che il tuo cliente ripone in te.

Anzitutto renditi subito conto che sei in una situazione di pericolo ed è necessario attuare una strategia preventiva per uscire da questa impasse. Ecco 5 consigli utili a questo scopo.

  1. metti dei paletti contrattuali per ogni pacchetto o servizio che offri al tuo cliente: in questo modo formalmente avrai definito il tuo ruolo, e potrai fare riferimento alla dimostrazione di fiducia attuata dai clienti nei tuoi confronti (l’incarico che ti hanno affidato scegliendoti), per riprendere il timone in situazioni critiche
  2. non imporre mai un solo fornitore e non lavorare in esclusiva con nessuno:
  3. presenta una rosa di candidati (massimo 3) in linea con la tua visione stilistica
  4. fai approvare dal cliente periodicamente le scelte economiche e stilistiche che porti avanti: in questo modo loro avranno la sensazione di avere il controllo del loro denaro ed eviteranno di mettere in discussione ogni tua scelta stilistica per paura di spendere troppo
  5. considera di lavorare con colleghi con cui ti trovi bene anche per la gestione del cliente: lascia la parte di test di nuovi contatti (fornitori e servizi) a situazioni controllate, come gli styled shoot o i servizi editoriali, ovvero situazioni in cui puoi verificare il feeling con un professionista, senza mettere a rischio il progetto con un cliente reale
  6.  fai capire al tuo cliente che i paletti  contrattuali sono fissati da te, a garanzia dell’ottima riuscita del suo progetto. Più sarai empatico, più aumenterai la sua fiducia, più riuscirai ad avere il controllo della situazione.
Marco e Irene, foto Les Amis

 

 

Sono Sara Lou, wedding designer e planner di Princess Wedding. Da 10 anni organizzo matrimoni per persone che amano lo stile e il design.

Author:

Sono Sara Lou, wedding designer e planner di Princess Wedding. Da 10 anni organizzo matrimoni per persone che amano lo stile e il design.

Copyright © 2018 WEDDING DESIGN ITALIA | My Music Band by Catch Themes